Space Oddity

Ogni ricetta può essere cambiata drasticamente aggiungendo uno, un solo ingrediente.
Piatto del giorno: l’esplorazione dello spazio.
È il 1969, mancano 9 giorni allo sbarco dell’Apollo 11 sulla Luna. Viene pubblicato un singolo dell’allora sconosciuto David Bowie, Space Oddity. Un escamotage commerciale, un modo per emergere, dicevano alcuni. Ma Space Oddity ha radici ben più profonde. La passione per il filosofico e straniante 2001: Odissea nello spazio di Stanley Kubrick, unita ad esperienze di ‘viaggio’ ben più tossiche. Ecco il video (e il mix) originale del ’69, in cui Bowie, ancora privo del trucco e dell’acconciatura stravagante che l’accompagneranno negli anni ’70, si cala nei panni di Major Tom in una ricostruzione davvero molto fantasiosa di un viaggio nello spazio più profondo.

Pian piano, la canzone raggiungerà il successo planetario e porrà le basi per la fulgida carriera di una delle rockstar più blasonate.
44 anni dopo, la canterà un vero astronauta, il Comandante Chris Hadfield, della Stazione Spaziale Internazionale. E la canterà nello spazio.
Hadfield, che unisce alla sua professione una vera passione per i social media e la musica, accoglie le richieste dei suoi fan del web pubblicando il 12 maggio 2013 la sua versione di Space Oddity, un ultimo sguardo all’immensità della Terra poco tempo prima del suo rientro sulla superficie.

Bowie in persona ha dichiarato la versione di Hadfield “la più toccante cover di Space Oddity mai sentita.”
I sogni e la fantasie di un ragazzo entusiasta si sono trasformati nello stupore incantato di un uomo maturo, che guarda con gli occhi spalancati le meraviglie che il mondo ha da offrire. Ed è questo l’ingrediente extra che dà un sapore in più a questa storia.

DESSERT: MOON

Giusto un assaggino. Il figlio di David Bowie, il regista Duncan Jones, non è rimasto indenne alla fascino della canzone del padre e del capolavoro di Kubrick a cui è ispirata. Ecco il trailer del suo primo film, Moon.
Buona visione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...